Immissioni in ruolo da GMRE, le graduatorie di merito regionali ad esaurimento per insegnanti abilitati: riepiloghiamo le caratteristiche del nuovo sistema di formazione iniziale e, in particolare, del terzo anno di FIT

Quest’anno, in molte regioni, ci saranno le prime immissioni in ruolo dalle GMRE, le graduatorie di merito regionali ad esaurimento derivanti dal concorso riservato agli insegnanti abilitati della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Proviamo a riepilogare, in poche righe, le caratteristiche del nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento ed in particolare del terzo anno del FIT che sostanzialmente è l’anno di prova prima dell’assunzione a tempo indeterminato.

Durante il terzo anno del FIT si ha un contratto a tempo determinato annuale (fino al 31 agosto) e pertanto, ancora per un anno, si hanno i diritti e i doveri del personale precario. 

L’anno scolastico sarà valido ai fini del superamento del periodo di prova per l’assunzione a tempo indeterminato, previo adempimento di tutti gli obblighi previsti dal DM 984/17 (www.flcgil.it/@3946037).

Il Decreto legislativo 59/17 (www.flcgil.it/@3939661) ha previsto un nuovo sistema di formazione iniziale e reclutamento per i docenti della scuola secondaria.

Per l’accesso al nuovo sistema denominato FIT (formazione iniziale e tirocinio) sono previsti tre diversi concorsi:

  1. Concorso non selettivo riservato ad i docenti abilitati per la costituzione di una graduatoria regionale di merito ad esaurimento (GRME)
  2. Concorso riservato ai docenti in possesso di almeno 3 anni di servizio negli ultimi 8.

  3. Concorso ordinario destinato a tutti coloro che hanno un titolo valido per insegnare a cui si aggiunge il possesso di 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche. Per gli ITP non sono richiesti i 24 CFU fino al 2024/2025.

Al momento è stato bandito, ed è in corso di svolgimento, solo il concorso per i docenti abilitati (DD 85/18).

Dalle GMRE per il 2018/2019 si individuano i docenti da avviare al terzo anno del FIT sui posti destinati alle assunzioni in ruolo residuati dopo lo scorrimento delle GAE e delle graduatorie del concorso 2016.

I docenti individuati sono assegnati ad una scuola nella quale svolgono il terzo anno del FIT (che è sostanzialmente l’anno di prova) con un contratto di supplenza annuale come regolato dal DM 984/17 (www.flcgil.it/@3946037).

I docenti individuati, a cui sarà assegnato un “tutor scolastico” (di norma un docente a tempo indeterminato della stessa classe di concorso), predispongono e svolgono il progetto di ricerca-azione sotto la guida del tutor scolastico, elaborano un portfolio professionale, sono soggetti a verifiche in itinere e, al termine delle attività didattiche, al parere del comitato di valutazione.

In caso di valutazione finale positiva, sono assunti a tempo indeterminato dall’anno successivo ed assegnati all’ambito territoriale presso il quale hanno prestato servizio nel terzo anno del FIT: otterranno un incarico triennale in una scuola dell’ambito (salvo che non vi siano modifiche normative rispetto alle previsioni della legge 107/15 sugli ambiti e gli incarichi triennali).

Per approfondire:

Speciale “assunzioni e supplenze 2018/2019”: www.flcgil.it/@3947863

Speciale “FIT”: www.flcgil.it/@3942443